Il GDPR introduce la nuova figura del D.P.O. Data Privacy Officer

Con il GDPR si introduce una nuova figura che è quella del D.P.O. Data Privacy Officer.

Il Data Privacy Officer è il responsabile della sicurezza dei dati (che può essere interno od esterno) con un’ampia conoscenza della normativa e sarà in relazione diretta con i vertici aziendali.

Analizza, valuta e disciplina la gestione del trattamento e della salvaguardia dei dati personali all’interno dell’azienda.

L’introduzione di questa figura non è una novità assoluta, numerosi Stati dell’Unione l’avevano già ufficializzata recependo la direttiva 95/46/CE.

In Italia, il Codice della Privacy – DLgs 196/2003 non l’ha istituita ed è il motivo per cui è necessaria introdurla, seguendo sia il Regolamento europeo e il contesto legislativo nazionale.

La figura del D.P.O. Data Privacy Officer è quindi obbligatoria per il trattamento effettuato da un’autorità pubblica o da un organismo pubblico, qualora le attività principali del Titolare e del Responsabile del trattamento consistano in trattamenti che richiedono il monitoraggio regolare e sistematico degli interessi su larga scala e/o nell’ipotesi in cui le attività principali di suddetti soggetti consistano in trattamenti su larga scala di categorie particolari di dati personali.

Comments are closed.